basket

Pioggia di triple sotto la Mole… 2B Control sconfitta a Torino

La convincente vittoria at home contro Rieti, pur senza Goins, aveva di certo lasciato una scia di positività nell’ambiente granata. 

Infatti la prestazione di squadra, e dei giovani, era stata ampiamente soddisfacente. Torino “on the road”. 

Non certo la trasferta più agevole, sia per via del valore assoluto dell’avversario, sia per il momento di forma attraversato dalla Reale Mutua che, ricordiamo, veniva da una vittoria di venti nel difficile campo di Casale Monferrato.

Fonte immagine: www.quotidianopiemontese.it

Il match di fatto non c’è mai stato, Torino infatti ne segna 28 sia nel primo che nel secondo periodo… così si va all’intervallo lungo sullo score di 56!-43 per i padroni di casa. 

Trapani, per carità, non sarà stata impeccabile e cattiva in difesa ma, ad onor del vero, molte delle triple dei gialloblu sono state frutto del talento individuale dei propri giocatori di punta (Alibegovic 3/5, Cappelleti addirittura 5/7, Toscano 3/6, il lungo Pinkins 4/8). 

Alla fine una pioggia di triple, molti più tiri dai 6.75 per i padroni di casa, rispetto a quelli dalla media, che pure l’hanno vista realizzare con enorme precisione. 

Il tabellino recita 18/28 da due (64%) ed uno stratosferico 17/35 da tre (49%), dato ancor più rilevante se pensiamo al notevole numero di conclusioni dalla distanza. Inutile commentare gli ultimi due quarti perché di fatto rimarranno buoni soltanto per le statistiche. 

Certo, se poi Trapani sparacchia dalla media (13/36 da due, 36%), pur in una giornata in cui da fuori aveva retto (9/23 da tre, 39%), … è dura fare il solletico ad una squadra che onestamente è parsa avere pochi rivali al momento. 

Tra i singoli Renzi (16 p.ti, 2/5 da due, 2/4 da tre, 6/7 ai liberi, 4 rimbalzi), pur in ripresa, non sempre ha avuto la meglio “a sportellate” contro i chili e l’atletismo di Campani e, soprattutto, Diop. 

Il rookie Goins è sempre più cosciente delle proprie potenzialità (non solo atletiche), sia dalla distanza ma anche in post basso dove sta crescendo match dopo match. 

Non solo quindi garanzia in difesa ed a rimbalzo, ma tanto altro (21 p.ti, 3/6 da due, 3/5 da tre, 6/6 ai liberi, 8 rimbalzi). Il tutto, di fatto, nei primi 20’… quando la partita ancora era più o meno viva. 

Qualche buon spunto offensivo anche per Matteo Palermo che, finora, aveva sì “ragionato” bene ma, al contempo, un po’ steccato in attacco. 

Stavolta 12 p.ti, ¾ da due, 2/5 da tre (fondamentale che sia pericoloso anche da fuori, non certo la specialità della casa). Qualche apprensione nel finale per Spizzichini, uscito per un problema al ginocchio e per Corbett, vittima di un gratuito fallo da “macellaio”, lanciato in contropiede, di Toscano. 

Tanta paura per la spalla dell’americano, non più rientrato sul parquet, ma le ultimissime notizie parrebbero confortanti. Per lui (miglior marcatore della Lega) in ogni caso brutta serata, appena 4 p.ti ed un insolito 2/12 dal campo.

Coach Daniele Parente si augura principalmente di poter riprendere a lavorare al completo, poiché dall’intensità del lavoro quotidiano passano le fortune di Trapani… adesso è tempo di calarsi nel prossimo impegno, sempre “on the road”, contro Treviglio di coach Vertemati. 

Partita senz’altro difficile e delicata, ma non certo impossibile. 

Vincerla vorrebbe dire dare un segnale che Trapani, nonostante alcune difficoltà, guarda definitivamente più in alto della salvezza. 

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Commenta questo articolo

Questo sito utilizza i cookie per offrirti una migliore esperienza di navigazione. Per disabilitare i cookie non necessari o per sapere di più, leggi la nostra cookies policy
Si, accetto