calcio

Un lasso di tempo che non ammette tentennamenti, ripensamenti e prassi di chiara matrice mercantilista. Il, nostro, Trapani è da rifondare, da organizzare, da allestire quanto prima per poterlo mettere nelle condizioni di affrontare la terza divisione nazionale, col chiaro intento di mantenere la categoria.

Garante il sindaco, attraverso il Comitato allestito per ridare il Trapani alla Città, gli imprenditori locali sono chiamati ad una prova decisiva, se di amore e di passione davvero si parla, per salvare quanto rimane da salvare.

Su Petroni e la parentesi al comando del Trapani non vogliamo aggiungere nient’altro. La B sfuggita di mano per una condotta fallimentare ed irriverente verso noi tutti non ammette alibi. Petroni afferma di aver salvato il Trapani dagli artigli rapaci di De Simone; se costui è in genuina sintonia con quanto affermato e se crede nella salvezza dei nostri colori deve necessariamente farsi da parte e fare in modo che il Trapani ritorni nelle mani dei Trapanesi. 

Non c’è, non esiste, altra possibilità per dare certezza, dignità e futuro al calcio in città. Sappiamo che non è facile ripetersi, sappiamo che non è facile ritornare in B. Diversamente, se esistono nei ranghi cittadini imprenditori capaci, è giusto gettare le basi per un futuro che sia diverso e lontano dal grigiore attuale. Dal precariato disastroso attuale.

Noi, non invocando questo o quell’imprenditore, sappiamo solo che è imprescindibile un cambio di rotta. Per il solo fatto che la stessa proprietà-Petroni  ha ufficialmente affermato di non essere in grado di poter continuare.  E se Petroni ha nel cuore proprio il bene del Trapani (oltre a rientrare una certa somma …), il suo futuro e non la sua dipartita, sa che esiste una sola alternativa. Ne andrebbe del suo onore e della propria dignità personale. Tutti noi sappiamo che nella vita i soldi non sono tutto, esiste l’onore, l’etica, la dignità … pur se i tempi moderni legati al mercantilismo e al mero profitto deviano negativamente verso altri, spregiativo, percorsi personali

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Commenta questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Calcio

Tutti gli articoli

Questo sito utilizza i cookie per offrirti una migliore esperienza di navigazione. Per disabilitare i cookie non necessari o per sapere di più, leggi la nostra cookies policy
Si, accetto