basket

Si riparte da Parente e dal suo biennale

Era facile e lecito aspettarselo dopo lo scorso ottimo campionato. A mancare è solamente l’ufficialità, come anche quella del suo secondo, Canella. Già al lavoro, l’head coach, per la costruzione della squadra, con un budget chiaramente ridimensionato da parte della società.

La base di partenza di Parente è quella che si fonda sulle riconferme: di capitan Renzi, che ha allungato di una stagione la durata del contratto ma spalmando il compenso dei due anni ancora da completare; di Nwohuocha, già sotto contratto e di Mollura , che rientra nei piani societari ma con il quale è ancora da definire l’accordo contrattuale. 

Praticamente certa la riconferma per una stagione in maglia granata per  l’americano Corbett, con cui, dopo un tiramolla, è stato raggiunto un accordo di massima, con l’ingaggio della passata stagione. E ciò in un mercato fortemente al ribasso equivale a un vero aumento. 

Riconferma quasi fatta anche per Palermo, stimolato per la riconferma di Corbett e dello stesso Parente che lo ha fortemente voluto dopo i risultati riportati nella passata stagione, evitando anche la “pericolosa” ricerca di un nuovo regista, ruolo di fondamentale importanza nella squadra. L’arrivo in città di Spizzichini, invece, dovrebbe chiarire le reciproche posizioni. Mentre il secondo straniero sarà un giovane “4” al posto di Goins. Chiusa per fine prestito, invece, l’esperienza a Trapani di Bonacini.

Sfumato l’ingaggio di Matteo Martini, ancora sotto contratto con Tortona e inseguito da Orzinuovi e Pistoia. Le parti si erano sentite e l’atleta, praticamente trapanese d’adozione, si era offerto ma alla fine non se ne è fatto nulla anche perché la sua ragazza non si è più accasata a Marsala con la Sigel, squadra di pallavolo femminile.

Chiuse, intanto, le transazioni con tutti i tesserati, per via del blocco della passata stagione a causa del Covid-19, mentre la conclusione dei nuovi contratti è ancora legata alla definizione delle clausole di salvaguardia, da inserire negli accordi contrattuali, qualora si dovesse verificare una riesplosione dell’emergenza epidemiologica.

Intanto, il 16 luglio scadrà il termine per la presentazione delle offerte, in relazione alla pubblicazione del bando per l’affidamento in concessione per 5 anni del PalaIlio,   a seguito della delibera del 3 maggio con cui la Giunta Comunale aveva individuato il percorso per l’affidamento della struttura.

L’impegno dichiarato dell’Amministrazione comunale è quello di un intervento di € 550.000, con propri fondi per l’impermeabilizzazione del tetto dell’impianto e di partecipare a un bando per € 265.000 per altri interventi di adeguamento. Ma per l’aggiudicatario il canone di concessione annuale a base d’asta, non potrà essere inferiore a € 70.000 euro (oltre IVA) e con le somme dell’intera durata quinquennale che verrebbero scomputate dai costi per gli interventi di € 350.000 previsti per: la collocazione di tabelloni pubblicitari luminosi a led per interni, la realizzazione della copertura del campo di basket esterno, il rifacimento dell’impianto di illuminazione interno con nuovi sistemi a led, da realizzare, però, entro due anni, salvo proroga e con le opere che verranno acquisite al patrimonio comunale senza diritto ad alcun rimborso. Insomma, un impegno oneroso non da poco. Prevista, inoltre, anche la possibilità di gestire la palestra di via Tenente Alberti dopo averla ristrutturata, in quanto oggetto di gravi atti vandalici.

Unica notizia certamente positiva per la Pall. Trapani è che, nelle more dell’espletamento della gara per l’affido, è stata prorogata la conduzione dell’impianto per consentire la partecipazione al prossimo campionato di A2.

Ma è una A2 che ancora non ha definito il suo format e le squadre che parteciperanno al prossimo campionato. Probabile l’inizio della stagione a settembre con la Coppa Italia e poi il campionato, a porte aperte, a ottobre. Ma solo a fine mese se ne saprà di più.

Intanto, se c’è chi entro il 15 giugno, termine imposto dalla FIP, ha già lasciato, riposizionandosi in serie B: Imola e Agrigento, o auto retrocedendosi in A2, come Pistoia, c’è anche chi, in un mercato al ribasso, vedi Scafati e Napoli, sta facendo incetta di rinforzi. Scafati, con in panca Finelli, ha già firmato: Cucci, Sergio, Benvenuti; mentre Napoli, dopo la riconferma del coach Sacripanti e delle proprie stelle, ha ingaggiato dalla A1 il play USA Mayo, oltre a Marini e Lombardi. E a Napoli, destinata appunto con Scafati a vestire i panni delle squadre da battere nella prossima stagione di A2, è approdato anche l’ex preparatore atletico della Pall. Trapani, Sorrentino.

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Commenta questo articolo

Questo sito utilizza i cookie per offrirti una migliore esperienza di navigazione. Per disabilitare i cookie non necessari o per sapere di più, leggi la nostra cookies policy
Si, accetto