calcio

IL COINVOLGENTE RACCONTO DI UN SOGNO CHE ORIGINA DAL PARQUET E SI TRADUCE IN RISCATTO SOCIALE

Il libro di Andrea Castellano e Fabio Tartamella, UNA CITTÀ TRA DUE CANESTRI – 35 ANNI IN 11 PARTITE (Màrgana Edizioni, pagg. 264, euro 17,10), si legge in un “Ciuff”, delicato ed emozionante come quel suono che per decenni ha tenuto col fiato sospeso un’intera città.

I due mari, su cui geograficamente è adagiata Trapani, per metafora prendono le sembianze di due canestri, le cui “sponde” la comunità cittadina, forse per la prima volta, percorrerà fiera delle proprie radici, vivendo il sogno, dentro l’amato Palagranata, di non essere inferiore a nessuno.

I due autori poco o nulla ci raccontano di numeri e tabellini, di cui il basket è storicamente intriso, proprio perché la colonna sonora della favola “Pallacanestro Trapani” è il trionfo delle emozioni sugli schemi, degli uomini sui giocatori, è storia vissuta.

Nella libreria di un trapanese non può certo mancare questa coinvolgente testimonianza ma il libro si consiglia anche a chi trapanese non è, perché in fondo narra dell’universale salvezza umana, ovvero il sogno che (in questo caso) diventa realtà, “quel” Davide che affronta Golia ad armi pari, con fierezza … sullo sfondo condivisione pura e raro senso di appartenenza di un’intera società, invero spesso sonnecchiante. 

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Commenta questo articolo

Questo sito utilizza i cookie per offrirti una migliore esperienza di navigazione. Per disabilitare i cookie non necessari o per sapere di più, leggi la nostra cookies policy
Si, accetto