27-8-19 Forza Trapani è anche Online
Per la tua pubblicità sul nostro sito web 338 631 9551
Gli articoli del giornale Forza Trapani. Calcio, Basket e tutti gli altri sport che interessano il nostro territorio.

Il terzo atto è di Piacenza. Serie sul 2-1 Shark, adesso Gara 4.

Gara 3 dei quarti di finale Play-off di A2, Tabellone Argento. A Piacenza, sotto 2-0, i padroni di casa cercavano in ogni modo di allungare la serie, forti anche delle buone gare giocate a Trapani. Shark, di contro, desiderosi di chiuderla la pratica, per sfruttare qualche giorno di riposo in più in vista dell’eventuale semifinale. Nei roster, sempre fuori Miller per l’Assigeco, mentre sul fronte Trapani rimanevano fuori dai convocati Renzi e Rodriguez.

Il match.Piacenza parte con Filoni, Veronesi, Skeens, Serpilli e Gallo; lo starting five di Trapani invece è Notae, Gentile, Mian, Horton e Alibegovic. 5-0 Trapani con Mian e la tripla di Notae. Replicano Serpilli e Gallo da fuori ma Trapani ha pazienza e trova da sotto Horton e Alibegovic (8-9 dopo 4’). Trapani concede quattro rimbalzi offensivi ai padroni di casa che, però, non ne approfittano. Gentile dalla lunetta per il 10-13 dopo 6’. Shark che si affidano sin da subito alle rotazioni, ma i rimbalzi in attacco di Skeens fanno male e l’Assigeco mette la testa avanti (16-15). Veronesi da tre in transizione per il 19-15. Trapani perde palla e regala l’ultimo possesso a Piacenza che però non lo sfrutta. Si chiudono i primi 10’ sul medesimo punteggio, Shark che ha già ruotato dieci effettivi.

Nel secondo periodo subitoSerpilli dai 6.75, cui risponde Imbrò con la stessa moneta (22-18). Il parziale di Trapani si allunga, Mobio su recupero e Pullazi da tre chiudono l’8-0 (22-23). Marini prima da tre (24-26 al 13’), poi in 1c1, dimostra che è pienamente nel match, nonostante Querci non ci sta. Mobio fa la voce grossa a rimbalzo ma non chiude il 2+1 al 15’ (27-30). Piacenza domina a rimbalzo offensivo e rimane in partita (30-30), nonostante raggiunga presto il bonus. 32-35 con la tripla di Alibegovic al 17’. Veronesi raggiunge presto la doppia cifra e permette ai suoi di portarsi avanti (38-37) con due triple consecutive. Il primo time out è per coach Diana al 18’. Alley-up Gentile to Alibegovic ma Veronesi è onfire (46-39) e mette due bombe da nove metri. Trapani commette falli in bonus e manda in lunetta Piacenza che tocca la doppia cifra di vantaggio (50-40). Ancora Veronesi da tre per il 53-40 Assigeco. Trapani con buone percentuali dal campo (10/19 da due, 5/12 da tre) ma sommersa dalle triple di Piacenza (11/22 dai 6.75) con un Veronesi immarcabile, già a quota 24. Intervallo lungo.

Si rientra dagli spogliatoi. Subito Notae in penetrazione ma Querci la mette ancora da tre (56-42) dopo le prime due azioni post intervallo. Mollura da 3 e Horton da sotto ci provano (56-47) ma Querci è già a quota 4/4 dai 6.75. Ancora Mollura da tre per il 59-50 al 24’. Veronesi è francobollato ma, nel frattempo, è 5/5 da fuori per Querci (che ne ha preso il testimone) e, così, Piacenza si mantiene sul +12 (62-50 al 25’). Le 12 bombe della coppia Veronesi – Querci, di fatto, frustano ogni ipotesi di rimonta granata. Nonostante Mollura si ribelli e, con la stessa moneta, ne segna altre due da fuori (65-58 al 27’). È pioggia di triple. Time out Piacenza. Anche il capitano granata tocca quota 5 bombe (67-61 al 28’). Fallo in attacco di Sabatini su Imbrò. 67-64 con Marini ancora dai 6.75. Trapani stringe in difesa, e firma il 70-69 con Mobio da tre. Al 30’ è 70-70 con il parziale del periodo che recita 17-30 per gli Shark che, nei secondi 5’ del quarto, chiudono il canestro agli avversari ed, in attacco, segnano a ripetizione dalla distanza.

Ultimi 10’ tutti da vivere. Tap-in di Imbrò per aprire le danze (70-72). Piacenza costretta a tiri della disperazione ai 24’’. Shark sempre col quintetto piccolo. 72-74 con due liberi di Marini mentre Trapani si carica di falli, presto vicina al bonus. Adesso è il turno di Bonacini da tre, cui segue un incredibile tiro su un piede di Serpilli per il contro 5-0 (77-74 al 34’), ricucito da due liberi di Horton (77-76). Ma si risveglia Veronesi per l’82-76 con l’ennesima tripla, al 35’. È il match dei tiri impossibili. Entra Alibegovic per avere più pericolosità in attacco. Quinto fallo di Bonacini sull’82-78. Notae da sotto (82-80). Match in parità, 82-82 con Horton su tap-in al 37’. Alibegovic spreca da tre, Sabatini no (85-82). Rientra anche Skeens. 85-84 con Alibegovic su assist di Gentile. 0/2 di Veronesi dalla lunetta a 1’28’’ da giocare. Due liberi per Horton (già “doppia doppia”) che fa, anch’egli, 0/2 (85-84 immutato). Gallo sbaglia da fuori, costretto ad un brutto tiro dalla difesa di Trapani, e dall’altro lato canestro e fallo di Alibegovic per il + 1 (85-86), sbagliando l’aggiuntivo. A 26’’ dalla fine altra tripla forzata, ma a segno, di Veronesi per l’88-86. Sul tiro contestato da sotto, sbagliato, di Gentile, di fatto, si spengono le speranze di Trapani, nonostante il tiro dell’Ave Maria di Mollura, dalla propria metà campo, non va lontano dal bersaglio grosso. Si va a Gara 4.

Salvatore Barraco