calcio

Un brindisi alla “curva Nord”!

È stato un 2020 disgraziato: l’assenza di pubblico per l’emergenza epidemiologica, la retrocessione dalla B, la sparizione dal mondo del calcio. L’augurio è che il 2021 possa riportarci serenamente nel nostro stadio per vivere le avventure del Trapani che sarà.

Un brindisi per poter tornare quanto prima al Provinciale, per sostenere il nostro beneamato Trapani.  E brindiamo al 2021 che verrà, che sia decisamente migliore dell’anno precedente, per tutti noi.

Ad essere sinceri ci manca, tanto, nella egual misura di quanto ci manca il Trapani, un campionato, il Provinciale.

Ci manca il ‘contatto’ periodico con tutte quelle persone, con tanti amici, coi quali dividevamo i minuti, tanti, prima dell’ingresso allo stadio e, nel nostro caso, prima dell’ingresso nel rettangolo di gioco.

Ci manca la “Curva Nord”, il suo colore, la sua luce, i cori dietro le nostre spalle, i visi dei tanti conosciuti e non. Ci mancano gli striscioni, le bandiere, le insegne e le sciarpe. Ci manca tutto. Pur i continui, estenuanti, echi: “fotografo, Fonte, Dino, facci una foto …”.

Ci mancano le gioie e le esaltazioni di essa ad un gol fatto, ad un rigore assegnato, ad un giocatore ospite espulso; così come ci mancano le imprecazioni ed i visi delusi o tristi per un gol mancato o subìto. Li intravedo, li ricordo ancora tutti, alle mie spalle mentre pigio l’otturatore della macchina fotografica ricorrendo ogni azione offensiva dei nostri.

Li sento ancora, ne ho i ricordi e mi mancano maledettamente dopo questi assurdi e indecorosi mesi che stiamo vivendo senza la nostra ‘militanza’, si fa per dire, al Provinciale. E come si fa a disconoscere che l’epilogo calcistico dello scorso anno, intercorso tra le partite casalinghe contro Frosinone e Crotone, non ha avuto la stessa valenza dell’evento sportivo, la cornice che meritava, col vuoto silenzio alle nostre spalle, con la curva vuota, lo stadio desolato. Nessun ‘boato’, nessun applauso, nessuna gioia, né alcuna bandiera al vento nella “Curva Nord”, a seguire le reti di Pettinari, Luperini, Dalmonte o Coulibaly.

Fratelli dove eravate?

Abbiamo visto il nulla sotto i potenti fari dello stadio. Mancavate tutti. Mancavate nella gioia collettiva d’uno stadio in festa, poichè lo scorso anno coi numeri in classifica abbiamo compiuto un autentico miracolo, non supportato, alla fine, dalle inflessibili norme della giustizia sportiva. Quanto ci costerà e ci sta costando?

Si è trattato d’un epilogo triste, amaro; col vostro supporto sarebbe stato meglio, pur nella dannazione – quella della scomparsa – che stavamo per toccare con mani da lì a qualche settimana.

Quando ci rivedremo, quando potremo nuovamente toccarci con mani? Fabio quando ti rivedrò in curva e mi passerai, per un assaggio, il tuo bicchierone con la ‘bionda’ birra?

Quando torneremo a rivederci tutti, curva, gradinata, tribuna, i tanti volti conosciuti in decenni; i tanti volti coi quali abbiamo convissuto amerezze, gioie, delusioni ed esaltazioni? Ci sarà un’altra ‘Cremona’, un’altra importante finale playoff, un’altra deludente ed amara retrocessione. Quante altre vittorie da condividere insieme?

Alla fine, ne siamo certi, quel che più conterà sarà lo stare nuovamente tutti insieme per seguire e tornare a far grande il nostro indelebile cuore granata.

Adesso alziamo il calice e ‘brindiamo’ a Voi della Nord, un doveroso tributo per tornare a vederci quanto prima.

Brindiamo tutt’insieme per cacciare questo scabroso 2020 e per vederci, prima possibile, dentro il nostro Provinciale.

Brindiamo tutt’insieme finchè smetta presto questo tormento di esclusione e di detenzione, che oltre ad avere distrutto settori economici della società sta mettendo a dura prova la sopravvivenza dello sport, così come il calcio sta pagando.

Brindiamo tutti insieme, con più d’un pizzico di orgoglio e nostalgia, per tornare a gridare quanto prima “forza Trapani”. E quando le grandi bandiere granata torneranno a seguire le direzioni dei venti, finalmente, l’avremo vinta. Un abbraccio.

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Commenta questo articolo

Questo sito utilizza i cookie per offrirti una migliore esperienza di navigazione. Per disabilitare i cookie non necessari o per sapere di più, leggi la nostra cookies policy
Si, accetto